Abruzzo Costiero

STORIA E MORFOLOGIA DEL TERRITORIO: L' Abruzzo costiero è considerato da sempre il cuore delle attività sociali ed economiche della regione, come testimoniato dalle fonti storiche e dalle numerose testimonianze archeologiche rinvenute lungo tutto il litorale[1]. Questo perchè lungo la costa erano dislocati diversi centri portuali, quali: "Castrum Truentinum", secondo la tradizione degli studi storici antichissimo approdo alla foce del fiume Tronto, identificabile sul promontorio di Martinsicuro. A seguire si incontrava "Castrum Novum", antica colonia alla foce del Tordino, corrispondente a Giulianova e sempre in direzione sud c'era Ostia Aterni, attuale Pescara. Successivamente si incontrava Hortona, odierna Ortona ed "Histonium"(Vasto), ambedue centri di importanza risalenti all'età italica e che poi hanno ritrovato sviluppo nei secoli successivi alla romanizzazione, passando per il medioevo e addirittura fino all'età moderna, divenendo così vere e propri capitali della costa. Analogo sviluppo lo ha conosciuto l'antico "Portus Veneris", ubicato presso la foce del Sangro, attualmente sede della marina di Fossacesia, una delle mete naturalistiche più gettonate d'Abruzzo, anticamente pertinenza dell'importante e nota abbazia di S. Giovanni in Venere. 
ENOGASTRONOMIA: L'agricoltura e la pesca, con un'alta specializzazione della tradizione, divenuta ormai industria, ha sviluppato nel centro urbano e nella zona industriale, piccole e medie attività legate ai settori dell'alimentare. Proprio la conformazione delle aree marine molto diverse tra loro sono motivo di tante varietà di pesci che arricchiscono i piatti della tradizione lungo la costa; così a partire dal brodetto alla pescarese arriviamo a quello vastese lu vrudette  attraversando tutte le sfumature che questo piatto dell'antica tradizione dei pescatori offre lungo tutto il tragitto abruzzese. Anticamente veniva preparato sulle barche col poco pesce che si aveva a disposizione, soprattutto pesce povero, e con i pochi ingredienti disponibili della terra a seconda della stagione (pomodoro fresco o conserva, peperone fresco o secco ) e a seconda dei prodotti della zona, ma questo non impediva di respirare nei piatti quell'aria di mare, quel sapore autentico, lo stesso che stupisce, ancora oggi, ogni volta che si assaggia il brodetto. Il pescato locale offre anche altri spunti ugualmente di riguardo come le seppie ripiene con piselli, la chitarrina ai frutti di mare, la pasta ( ovviamente fatta in casa ) al sugo di pelosi, al sugo di fagioli e cozze o lumachine di mare e per citare ancora qualcosa di stuzzicante la scapece: pesce fritto in olio evo e poi immerso in una salsa di aceto e zafferano. 

 ASPETTO NATURALISTICO E SPORTIVO Se a tutto questo aggiungiamo anche la bellezza dei paesaggi collinari, misti alle fascinose spiagge del teramano e del Chietino, come la tipica Costa dei Trabocchi, il gioco è fatto! ecco come una bella e soleggiata giornata estiva, oppure un tranquillo pomeriggio domenicale di inverno possono essere goduti allo stesso modo con un tranquillo giro in macchina, a piedi o magari in bicicletta, ripercorrendo gli ampi e bellissimi viali di lungomare, a sua volta collegati alle moderne ed attrezzate piste ciclabili. La natura del litorale adriatico è caratterizzata dalla bellezza della natura, frutto di una conformazione geomorfologica caratterizzata da un susseguirsi ininterrotto di spiagge ampie e sabbiose con suggestivi promontori e scogliere a base arenaria. Ortona, S. Vito e Fossacesia, con belle attrattive, come la "pescaturismo" attirano ogni anno numerosi visitatori e ovviamente anche le mete di sport acquatici e gite in barca, escursioni a piedi o in mountain bike sono alcune delle attività più in voga per una vacanza di bella stagione. Tuttavia l'Abruzzo costiero è anche meta di relax invernale, come la pineta dannunziana che rappresenta un interland paesaggistico e culturale, comprendente un'area estesa dalla zona della riserva regionale fino alla litoranea pista ciclabile. [1] STAFFA A. 2002, "L'Abruzzo costiero", viabilità, insediamenti, strutture portuali ed assetto del territorio fra antichità ed Alto Medioevo, (ed. Lanciano), pg. 9.

M Davide; M. R. de Monte

Scopri le tappe dell' Abruzzo Costiero nella sezione ITINERARI

Scopri tutti gli eventi di Abruzzo Costiero

Nessun risultato trovato.
Copyright Wave Tour - Tutti i diritti riservati - Kweb di A. Orsini - P.I. 02415060694