Tiburtina-Valeria

PREMESSA: L' itinerario turistico integrato che vi proponiamo è una sintesi tra antico e moderno, tra una direttrice di traffico e la sua evoluzione in "strada statale", la quale ha fatto da spartiacque tra due regioni per secoli: Lazio e Abruzzo, e nello specifico ha collegato la capitale Roma con Pescara. Stiamo parlando della Strada statale numero 5 o se volete Via Tiburtina Valeria. La viabilità  che tutt'ora ripercorre i paesaggi della consolare, è un itinerario molto interessante e variegato sotto tutti i punti di vista: naturalistico, storico, artistico e gastronomico. La si può percorrere con qualunque mezzo, e inoltre offre delle soste ragionate e integrate da punti di interesse molto suggestivi. In occasione della pubblicazione di Wave Tour 1.0. vi proponiamo il tracciato con le tappe: Celano, Popoli, Tocco da Casauria, S. Clemente a Casauria, S. Maria Arabona, Chieti e Pescara, rispettivamente presentati con una tematica a carattere storico. Già  in età  romana, questo percorso di fondovalle, precisamente in direzione del tratto costiero "Claudia Valeria", opera dell' imperatore Claudio(48- 49 d.C.) aveva l'importante ruolo commerciale, complementare e fiancheggiante la navigabilità  del fiume Aternum(attuale fiume Pescara). Tale viabilità  in parte testimoniata dalle fonti, in parte anche dai numerosi rinvenimenti archeologici, lungo gli insediamenti che attraversava, in età  moderna poi deviò leggermente il suo andamento, conservando solo in alcuni punti il suo tratto antico. In età  contemporanea, precisamente con il regime fascista, la strada è stata riqualificata e in onore della sua magnificenza antica, fu rinominata TIBURTINA VALERIA,unendo così le due antiche strade della via Tiburtina(ROMA-TIVOLI) e della via Claudia Valeria suddetta. 
 IL PERCORSO: Brevemente andiamo a descrivere il tracciato:parte da Roma, in direzione Porta S. Lorenzo e segue la statale numero 5 in direzione Roma zona "Aniene". Da qui raggiunge l'antica località  di Villa Adriana e quindi Tivoli, incontrando a seguire Vicovaro, Carsoli, entra nel territorio della Marsica da Pietrasecca e prosegue lungo il bacino del fucino arrivando a toccare punti importanti come Tagliacozzo, Alba Fucens, Celano, Collarmele ed entra nel territorio peligno dalla direzione di Castel di Ieri. Da qui inizia la sua direzione verso la costa, attraversando Raiano, Corfinio, Popoli, Tocco da Casauria, S. Clemente, Scafa, S. Maria Arabona (Manoppello) Chieti e infine raggiunge Pescara. 

 ENOGASTRONOMIA I profumi ed i sapori della montagna ricchi e succulenti come la polenta al sugo misto con salsicce o la più raffinata chitarrina ai gamberi di fiume o ancora la braciata d'agnello e perchè no, gli arrosticini alleggeriti infine dai  dolcetti della festa da bagnare in un dolce vino liquoroso o nel Corfinio, scendono a valle e abbracciano la verde collina con i suoi vigneti e distese di ulivi, stuzzicante, fresca, leggera e mai scontata e si tuffano nel mare per intrecciarsi nella rete di un peschereccio e offrire tutta l'arte della chitarra al sugo di cozze, del brodetto dalle mille sfumature o della frittura di paranza, due gocce di Centerba e la meraviglia di una cornice incantevole come il paesaggio che circonda questi luoghi. 

 ASPETTO NATURALISTICO E SPORTIVO La Tiburtina è soprattutto paesaggio, attraverso i monti della Marsica, la conca subequana e la valle di Popoli, il viaggiatore non può far altro che munirsi di macchina fotografica, perchè la maestosità dei profili montuosi all'orizzonte e i raggi della luce sui colori della vegetazione a valle, sulle torri e i castelli arroccati e sulle bellissime chiesette in mezzo al verde, non possono far altro che incantarvi! 

 M. Davide, M.R. De Monte

Scopri le tappe della Tiburtina- Valeria nella sezione ITINERARI

Scopri tutti gli eventi di Tiburtina-Valeria

Nessun risultato trovato.
Copyright Wave Tour - Tutti i diritti riservati - Kweb di A. Orsini - P.I. 02415060694